ANNA CIRIANI RIPRENDE A INSEGNARE

PIU’ FORTE DI TUTTI

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo419480.shtml

Pordenone,era stata sospesa per 6 mesi

La “pornoprof” torna a insegnare. Anna Ciriani, la docente di Pordenone divenuta famosa per i suoi video hard sul web, era stata sospesa per sei mesi ma – per la retroattività del provvedimento – è tornata dietro alla cattedra. La commissione disciplinare del Centro Servizi Amministrativi (ex Provveditorato agli studi) di Pordenone ha infatti comminato alla professoressa la sospensione per sei mesi dal servizio.

L’insegnante, che era stata già sospesa in via cautelare dalla fine di novembre 2007, è tornata in servizio nel Centro Territoriale Permanente di San Vito al Tagliamento (Pordenone).

Dal primo settembre prossimo, Anna Ciriani verrà comunque trasferita a un altro Ctp, a Prata di Pordenone, sempre per insegnare agli adulti.

Fonte TGCOM 26 giugno 2008

Il mio commento

Il 25 giugno sono stata riammessa nel mio ruolo di docente, dal preside che il 23 novembre mi aveva sospesa dalla scuola in cui insegnavo, cioè il CTP, Centro Territoriale Permanente della Scuola Media di S. Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone. Il Consiglio di Disciplina del personale docente della scuola media di 1° grado, del Provveditorato di Pordenone (una commissione scolastica interna che ha giudicato il mio caso), mi ha irrogato la sanzione disciplinare di 6 mesi di sospensione dal servizio, che ho già scontato in quanto è da 7 mesi che sono sospesa dal lavoro e la sanzione è retroattiva.Premetto che nonostante il mio reintegro a scuola, sono rimasta profondamente delusa per una sanzione che trovo eccessiva, soprattutto se la paragono ad altri provvedimenti presi in occasione di episodi di cronaca, ben più gravi, con docenti che hanno commesso dei reati penali a scuola, accusati di pedofilia o atti osceni con i propri alunni, risolti nel silenzio, con sospensioni dal servizio anche molto brevi. Ritengo ingiusto che io abbia pagato così a lungo, per un fatto avvenuto nella mia vita privata e al di fuori del mio lavoro. Io, a scuola, sono sempre stata professionale e morigerata nel comportarmi e nel vestire.Agli studenti ho sempre trasmesso tutta la mia preparazione e la mia educazione. Ritengo che sia più nociva l’azione di un docente poco preparato o che toglie autostima e sicurezza ai ragazzi con il sarcasmo, la mancanza di sensibilità o di obiettività di giudizio.Ai miei alunni non è mai interessato ciò che faccio al di fuori delle mie ore di lavoro.Tuttora, quando mi incontrano, mi salutano con grande rispetto e gratitudine. Ho sempre cercato di insegnare la necessità di un profondo rispetto per la libertà altrui e la tolleranza nei confronti di tutti. Quanto accaduto a Berlino esula da tutto questo, perché riguarda esclusivamente la mia vita privata. Gli orientamenti e le scelte sessuali sono una questione che riguarda la vita privata dell’individuo.Ricordo gli articoli di legge 675 del 1996 e soprattutto il D.L. 196 del 2003 art. 22 comma 1che sancisce che un dipendente pubblico non può essere sospeso per gli atteggiamenti che riguardano la sua sfera sessuale.Ribadisco che non sono una pornostar, come riportato erroneamente da molti giornali che non conoscevano nulla della vicenda, e non sono stata io a immettere nel circuito internet i filmati o le foto che mi ritraevano.Penso di essere io l’unica vittima di tutta questa vicenda, che ha leso la mia dignità di donna, di libera cittadina e la mia immagine professionale, in quanto i miei comportamenti privati non possono essere messi in discussione da nessuno, dal momento che non ho mai commesso alcun reato né a scuola né fuori, e dal momento che non sono stata io a rendere pubblici e a divulgare tali comportamenti.Non è mai stata mia intenzione porre un grave pregiudizio all’immagine e al prestigio della scuola, ma ritengo che i comportamenti gravi siano altri e non quelli da me tenuti!Io ho pagato per tutti!Se così non è, allora spero che l’attuale Ministro della Pubblica Istruzione valuti la possibilità di redigere un codice di comportamento nazionale, per gli insegnanti, da osservare al di fuori delle ore lavorative, nella loro vita privata. A volte il buon senso non è sufficiente, poiché per me può essere lecito che un docente vada in vacanza in un campo nudista o frequenti un club privè (come molti docenti fanno regolarmente), mentre per altri potrebbe essere in contrasto con l’azione educativa.Ringrazio tutte le persone, stanche come me dell’ipocrisia e della falsa morale, che mi sono state vicine e mi hanno sostenuta, inviandomi migliaia di email, da ogni parte del mondo, di solidarietà e stima.

Grazie davvero, di cuore, a tutte le persone che mi hanno sostenuta.

Cordiali saluti.

Prof.ssa Anna Ciriani

9 commenti

  1. Di sicuro non sono stati sette mesi vissuti con tranquillità però sei riuscita a superarli e questo dimostra la tua capacità reattiva e la voglia di difendere le proprie idee, tu hai perfettamente ragione quando sostieni che nel tuo ambiente spesso si registrano episodi molto più gravi e che vengono taciuti in toto o in parte e giudicati con occhio benevolo, ma il sesso, come ben sai, è un tabù durissimo da estirpare, spesso è giudicato peggio di un reato contro la vita. E’ importante che tu abbia vinto questa battaglia e sia potuta rientrare dietro la tua cattedra. Brava e complimenti.
    moreno

  2. ne avevo scritto anche un post tempo fa: sono contento!
    la vita privata resta tale, sul posto di lavoro conta la professionalità!
    auguri

  3. Felicitazioni e… felici eccitazioni ! Speriamo che la clausura sia giunta al termine. Tutti i fans attendevano questo momento per… farti una bella festa !

    Un bacio sincero e interessato.

    Carlo alias bonbaffo

  4. l’argomento è molto delicato, ma… si vede di peggio purtroppo e senza suscitare alcuna indignazione…

  5. Sincere felicitazioni da parte mia, sono anni che ti seguo e sono felice che ti abbiano riammessa nei ruoli per insegnare, sperando che tu non abbia fatto da capro espiatorio perche’ se cosi’ fosse la nostra ipocrita’ societa’ dovrebbe farsi un bell’esamino di coscienza…
    Sperando che il tempo trascorso non ti abbia fatto perdere la Verve che avevi prima….e continui a lottare.

  6. PIU’ FORTE DI TUTTI….pure più bella , tranne che per il fondo schiena :pur essendo il tuo fatto molto bene, ritengo migliore il mio !
    Battutina a parte, CONGRATULAZIONIIIIIIIIIIIIIIIII e felicitazioni per il risultato ottenuto che diciamocelo: non poteva che essere questo.
    Ps:Prata di Pordenone la tua nuova cattedra………siamo vicine vicine,ti inviterò per un caffè.
    kisses e buon w/e

  7. Sono contento della notizia, anche ma non solo come collega (maschio, pero’!). Il tasso di moralismo e’ in preoccupante ascesa in questo paese, ormai censurano persino i cartoni animati… In questo caso ci si e’ addirittura azzardati a questionare sulla VITA PRIVATA di una persona, senza preoccuparsi minimanente di come svolgesse la sua attivita’ professionale ma POSTULANDO che se “fuori” da scuola faceva certe “sozzerie” allora necessariamente doveva essere una poco di buono… visione negativa del sesso, tentativo di controllo della vita dei “dipendenti-schiavi”… che orrore!
    Spero per te che ora sia davvero finita, complimenti Anna!!!

  8. Ciao Madame, sono contento per te, finalmente torni a fare ciò che realmente ti piace, e questo mi rende felice, anche perchè non era giusto che ti si venisse a chiedere conto di ciò che facevi nella tua vita privata.
    Ora hai vinto una battaglia abbastanza dura, non dimenticare mai in che ambiente ti trovi…
    un abbraccio Raffaele! ^_^

  9. Auguri.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...